Venerdì, 17 Settembre 2021
Incendi Via Giacomo Antonini

Incendio via Antonini, Mahmood: "Grazie ai vigili del fuoco, la vita è bella"

"Sto bene. Per fortuna non ci sono state vittime", ha detto il cantante

Mahmood (foto dal suo profilo Instagram)

"Un grazie ai vigili del fuoco per l'incredibile lavoro svolto e a voi tutti per i messaggi, vi voglio bene. La vita è bella". Queste le parole del cantante Mahmood, al secolo  Alessandro Mahmoud, tra gli abitanti del palazzo di via Antonini distrutto dall'incendio di domenica 29 agosto.

"Sto bene - ha aggiunto l'artista consegnando il suo messaggio a una storia su Instagram -. Per fortuna non ci sono state vittime". Il cantautore, così come Morgan, era tra le persone evacuate dai vigili del fuoco dopo che nel grattacielo, dove è residente, è divampato il fuoco.

Il sistema antincendio 

Le bocchette antincendio del palazzo di via Antonini distrutto dalle fiamme nel pomeriggio di domenica - si apprende da fonti della procura di Milano - hanno funzionato soltanto fino al quinto piano. Per fare luce sull'esatta dinamica del rogo è stato aperto un fascicolo per incendio colposo, dando incarico al nucleo investigativo dei vigili del fuoco.

Secondo quanto si può apprendere, le bocchette antincendio non hanno funzionato dal quinto al decimo piano e hanno funzionato solo in parte oltre il decimo piano. Gli erogatori si sono invece azionati correttamente nei due piani interrati mentre le scale del palazzo, costruite nel rispetto delle norme antincendio, hanno permesso alle persone presenti, circa trenta in quel momento, di evacuare il palazzo in completa sicurezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio via Antonini, Mahmood: "Grazie ai vigili del fuoco, la vita è bella"

MilanoToday è in caricamento