Incendi Città Studi / Via Giovanni Antonio Amadeo

Milano, grave incendio in via Amadeo: tre feriti, uno portato in ospedale in fin di vita. Le foto

Coinvolta un'abitazione già al centro di proteste per il via vai di prostitute. I dettagli

I pompieri al lavoro

Dopo il grave incendio della notte tra giovedì e venerdì che ha ucciso due giovani fidanzati in zona Navigli a Milano - Rosita Capurso e Luca Zanin - anche la notte successiva, quella tra venerdì e sabato, la città si è risvegliata colpita da un altro brutto rogo. Stavolta in via Amadeo: il grave incendio che ha causato tre feriti, uno dei quali gravissimo, che è stato trasportato in arresto cardiaco in ospedale.

L'incendio in via Amadeo

Le fiamme sono divampate intorno alle 23.15, molto rapidamente, in un appartamento. Un uomo di 65 anni è stato portato in codice rosso, in condizioni disperate, alla clinica Città Studi. Un uomo di 49 anni, con ustioni di primo e secondo grado a volto e mani, è stato portato in giallo a Niguarda, e la sua prognosi è riservata. Una donna di 49 anni ha invece rifiutato il trasporto.

Il rogo in un palazzo noto per via vai prostitute

Sul posto, via Amadeo 31, le fiamme si sono propagate in un'abitazione già al centro di proteste da parte dei condomini del palazzo, noto per il via vai di prostitute. Le cause potrebbero essere di natura accidentale. Tre gli appartamenti dichiarati inagibili.

Video: i vigili del fuoco al lavoro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, grave incendio in via Amadeo: tre feriti, uno portato in ospedale in fin di vita. Le foto

MilanoToday è in caricamento