Cronaca

Voli Ryanair cancellati, la procura di Bergamo apre un'inchiesta: l'esposto del Codacons

Per il momento il fascicolo è stato aperto senza alcuna ipotesi di reato

Volo Ryanair

La procura di Bergamo ha aperto un'inchiesta sulle cancellazioni dei voli Ryanair. Il fascicolo, creato dal procuratore Walter Mapelli e ora nelle mani del sostituto procuratore Fabrizio Gaverini, è stato aperto senza alcuna ipotesi di reato dopo un esposto del Codacons; lo ha riferito l'associazione dei consumatori con una nota.

Tutti i voli cancellati da Ryanair: l'elenco

Il presidente del Codacons Carlo Rienzi ha spiegato che "ora la magistratura dovrà chiarire quando Ryanair abbia avuto consapevolezza delle difficoltà organizzative con i voli, se vi siano stati ritardi nella decisione di disporre le cancellazioni, se la compagnia stia rispettando la normativa sui risarcimenti ed eventuali ipotesi penalmente rilevanti".

Per il Codacons ora tutti passeggeri danneggiati dalle cancellazioni posso costituirsi parte offesa nel procedimento.

Voli Ryanair cancellati: il motivo

A motivare le cancellazioni — come spiegato proprio da Ryanair — sono alcuni problemi sulle ferie dei lavoratori, piloti e personale di bordo.

L’obiettivo, quasi un obbligo, è garantire lo smaltimento ferie di tutto il personale dopo l’allineamento al calendario di lavoro gregoriano chiesto dall’Autorità irlandese del volo. In sostanza, Ryanair era convinta di avere più tempo per permettere ai dipendenti di godere delle ferie, ma dopo il cambio di calendario lo “spazio” si è decisamente ristretto e l’unica soluzione è proprio ridurre il numero dei voli. 

Una riduzione — hanno evidenziato dalla compagnia — che permetterà anche di arrivare nuovamente al 90% di puntualità dei voli: un indicatore che negli ultimi periodo è sceso all’80%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voli Ryanair cancellati, la procura di Bergamo apre un'inchiesta: l'esposto del Codacons

MilanoToday è in caricamento