rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Incidenti stradali Loreto / Viale Andrea Doria

Incidente in viale Doria, l'investitore arrestato per omicidio volontario

L'uomo è accusato di omicidio volontario aggravato dai futili motivi: ora si trova in carcere. La vittima si chiamava Alessandro Mosele.

E' arrestato con l'accusa di omicidio volontario aggravato da futili motivi Vittorio P., 61enne ragioniere in pensione che lunedì 25 luglio avrebbe investito con l'auto e ucciso di proposito uno scooterista, dopo un diverbio per una precedenza non data.

Sandro Mosele, 35 anni, è infatti morto poco dopo l'arrivo dei soccorsi. Secondo quanto ricostruito dagli agenti di polizia municipale, Mosele - a bordo di uno scooter Kymco - sta viaggiando in marcia parallela con il 61enne alla guida di un'Audi di media cilindrata. A un certo punto (dopo forse una manovra avventata dello scooterista) i due iniziano a "beccarsi" lungo viale Doria; a ogni fermata degli incroci, si insultano a vicenda, arrivando perfino a uno sputo. La lite sembra avere fine quando il 30enne dà gas allo scooter e si allontana nel traffico. Ma non è così. Dopo duecento metro, all'intersezione con via Palestrina, l'auto raggiunge ancora il motorino.

Accecato dalla rabbia, Vittorio P. avrebbe prima speronato il mezzo facendolo cadere, poi sarebbe passato sopra il corpo dello scooterista. Testimoni riferiscono di aver visto Sandro M. aggrappato alla targa anteriore della macchina per non farsi calpestare. Nella furia dell'automobilista viene coinvolta anche una ciclista, lievemente ferita. Mosele viene subito soccorso: portato in ospedale viene dichiarato deceduto poco dopo.

Vittorio P. ha passato la notte in cella. Il fermo è stato convalidato. L'uomo ha respinto le accuse. E' il pm milanese Antonio Sangermano a coordinare le indagini. Mercoledì 27 luglio ci sarà l'udienza preliminare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente in viale Doria, l'investitore arrestato per omicidio volontario

MilanoToday è in caricamento