rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Incidenti stradali

Travolti da Bmw a bordo di auto ferma, muoiono in due

Edoardo Colombo e Irene Rinaldi, 17 e 30 anni, sono stati uccisi mentre erano a bordo di una Lancia Y che aveva appena accostato, investiti da un Bmw sull'Autolaghi. Il conducente sarebbe positivo all'alcoltest

Tragedia sull'Autolaghi, a Milano, all'imbocco dell'A7 e dell'A8 verso Como. Due persone - una ragazzo di 17 anni, Edoardo Colombo (leggi qui chi era), e una donna di 30, Irene Rinaldi - hanno perso la vita dopo essere stati investiti (mentre si trovavano sulla propria auto ai margini della carreggiata) da un Bmw che sopraggiungeva a forte velocità la notte del 6 gennaio, intorno alle 2.30.

Parrebbe questa, infatti, una prima ricostruzione del tragico sinistro effettuata dalla polizia stradale. La Lancia Y, guidata da un'altra donna, Katia Sartori di 24 anni, avrebbe avuto un piccolo tamponamento con una Renault. La guidatrice, così, sarebbe scesa dall'auto per constatare i danni, lasciando sulla vettura il minorenne e la 30enne (per lei solo ferite superficiali e lo choc di vedere la propria vettura trasformatasi in "bersaglio", con due cari amici dentro. I tre erano diretti a Settimo Milanese, dove Katia viveva insieme ad Irene, ma avrebbero lasciato prima a casa Edoardo).

Proprio in quel momento, probabilmente a velocità elevatissima, stava sopraggiungendo una Bmw, che non ha potuto evitare l'impatto con l'utilitaria accostata sul ciglio della strada. La berlina tedesca, una Bmw Z4, era guidata da Davide D., originario di Gallarate e 40enne: l'alcoltest avrebbe rilevato per l'uomo una misura di 0.8 grammi per litro, oltre alla soglia consentita dalla legge (0,5 g/l). Per lui potrebbe profilarsi l'accusa di omicidio colposo.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolti da Bmw a bordo di auto ferma, muoiono in due

MilanoToday è in caricamento