rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Incidenti stradali Cenisio Monumentale / Via Lorenzo Bartolini

Bimbo di 11 anni travolto e ucciso: chi è il pirata della strada (senza patente)

L'automobilista fuggito, 22 anni, ha detto di non essersi accorto della gravità dell'accaduto

Ventidue anni, cittadinanza italiana, origini marocchine, un lavoro. E nessuna patente. Eccolo il profilo del presunto pirata della strada che nella notte tra lunedì e martedì avrebbe investito e ucciso Mohanad Moubarak, il bimbo di 11 anni morto mentre era a bordo delal sua bici in via Bartolini. 

Il piccolo, stando a quanto finora appreso, era fuori dal locale di suo papà, un egiziano da molti anni in Italia, che nel quartiere - dove è famoso con il nome di Mimmo - gestisce un ristorante rosticceria. L'11enne, secondo le prime informazioni verificate, sarebbe stato investito e trascinato per una ventina di metri dalla Smart guidata dal 20enne, che sarebbe poi fuggito. Tanto che l'allarme è stato dato da alcuni passanti che hanno visto il piccolo a terra, raggiunto poco dopo dal papà, il cui locale si trova a una 50ina di metri dal luogo del dramma. 

Lo stesso guidatore si è poi presentato alle forze dell'ordine verso le 4.30, circa 4 ore dopo il dramma. L'automobilista, che guidava un'auto intestata all'azienda per cui lavora, è risultato negativo all'alcol test, mentre si attendono gli esami tossicologici. Il giovane, che ha alcuni precedenti, non avrebbe mai ottenuto la patente e avrebbe spiegato a investigatori e inquirenti di non aver compreso quanto accaduto e di essere fuggito proprio perché senza patente. Il 20enne è per ora indagato a piede libero per omicidio stradale, fuga e omissione di soccorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo di 11 anni travolto e ucciso: chi è il pirata della strada (senza patente)

MilanoToday è in caricamento