rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Incidenti stradali Barona / Viale Famagosta

Travolse donna incinta e l'altro figlio in viale Famagosta: condannato

Il giovane dovrà scontare due anni e quattro mesi di carcere

E' stato condannato a due anni e quattro mesi di carcere Roberto Andrea L., il 30enne che travolse e uccise una donna incinta e l'altro figlio in viale Famagosta il 20 ottobre 2013. Il giovane rispondeva di omicidio colposo e procurato aborto: il pm Marcello Musso aveva chiesto per lui una condanna a tre anni di reclusione. Il gup Roberto Arnaldi ha disposto anche la sospensione della patente per un anno e quattro mesi. 

Incidente in viale Famagosta: mamma e figlio travolti e uccisi

Quella sera, con visibilità ridotta a causa della pioggia, la vittima stava attraversando la strada in un punto senza strisce pedonali mentre sopraggiungeva la vettura condotta da Roberto Andrea L., ad una velocità di circa 100 km/h, mentre il limite di velocità è di 50 km/h. "L'elemento della velocità è stato determinante per la condanna", ha affermato Domenico Musicco, avvocato del marito e padre delle due vittime, che si è costituito parte civile. L'uomo, peraltro, ha fatto sapere che "in Egitto la pena sarebbe stata più alta ma la legge qui è questa".

I soccorritori, giunti sul posto, trovarono la donna e la portarono all'ospedale San Paolo. Quando il marito arrivò in ospedale e chiese notizie anche del figlio, ci si rese conto che "all'appello" mancava appunto una delle vittime. Il bambino era stato sbalzato di circa 40 metri ed era andato a finire in mezzo ai cordoli che separano le carreggiate di viale Famagosta: nessuno lo aveva notato.

Incidente in viale Famagosta © Melley/MilanoToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolse donna incinta e l'altro figlio in viale Famagosta: condannato

MilanoToday è in caricamento