Martedì, 27 Luglio 2021
Incidenti stradali A51 Tangenziale Est Milano

Padre e figlio investiti da un’auto pirata in tangenziale

L’incidente sulla tangenziale Est. Caccia al pirata

Foto repertorio

Il guasto improvviso, il camion che si ferma e la sosta, forzata, lungo la corsia di emergenza. Poi l’impatto, tremendo, e la fuga dell’investitore. 

Gravissimo incidente lunedì sera in tangenziale Est a Milano, all’altezza di Cascina Gobba, dove un ragazzo brianzolo di ventidue anni e suo padre di quarantotto sono stati travolti da un’auto pirata. 

Il giovane, secondo quanto finora ricostruito dalla Polstrada di Arcore, viaggiava a bordo di un camion che si è fermato a causa di un guasto meccanico. A quel punto, il ventiduenne - raggiunto anche dal padre, un uomo di quarantotto anni - ha accostato ed è sceso dal mezzo per cercare di risolvere il problema. 

Mentre i due lavoravano sul camion, un’auto - probabilmente anche per il buio - è piombata su di loro, travolgendoli e poi fuggendo. Ad avere la peggio è stato il ventiduenne, che è stato trasportato da un’ambulanza al Policlinico di Milano: le sue condizioni sono gravi, ma non è in pericolo di vita. Meglio è andata a suo padre, colpito solo di striscio e ricoverato nello stesso ospedale in codice verde. 

Sul posto, oltre ai soccorritori del 118, sono intervenuti gli agenti della Stradale, che sono ora al lavoro per rintracciare l’autista pirata. In strada i poliziotti hanno trovato pezzi di carrozzeria della macchina pirata e gli accertamenti consentiranno presto di risalire al modello del mezzo e al suo proprietario, anche grazie alle immagini riprese dalle telecamere di sicurezza presenti nel tratto.

Dal comando della Polstrada hanno già diffuso un appello per invitare l’autista a presentarsi da loro per raccontare che cosa sia successo e assumersi le proprie responsabilità. 

Poco prima, sempre sulla Est - all’altezza di Vimercate -, una donna di quarantuno anni ha travolto un’auto e si è schiantata dopo un lungo inseguimento coi carabinieri. Era scappata, ha raccontato lei stessa, perché sorpresa alla guida con il cellulare in mano. Per lei sono scattate la manette. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre e figlio investiti da un’auto pirata in tangenziale

MilanoToday è in caricamento