rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Incidenti stradali

L'auto si ribalta durante la "gara": muore un 22enne, fermato l'amico che guidava

Il dramma sabato notte sulla Monza-Saronno. Un 23enne in carcere

Ha passato la notte nel carcere di San Vittore di Milano in stato di fermo di polizia giudiziaria il 23enne accusato di essere l'autista della Range Rover che nella notte di sabato, dopo essere uscita di strada a Limbiate, in Brianza, si è ribaltata e ha preso fuoco, causando la morte del 22enne Arnold Selishta.

Il dramma si era consumato lungo la Monza-Saronno, dove il limite di velocità è di 70 chilometri orari. Stando a quanto ricostruito, però, la Rover con a bordo la vittima viaggiava insieme a una Bmw M8, entrambe a velocità molto sostenuta, sembrerebbe impegnate in una folle gara. All'arrivo alla rotatoria di Piazza Tobagi, il guidatore del suv, che si trovava in testa, avrebbe perso il controllo uscendo di strada, finendo sulla rotonda e attraversandola per intero. Il veicolo si è poi ribaltato diverse volte prima di prendere fuoco, trasformandosi in una trappola mortale per il giovane. 

Al volante, stando ai primi accertamenti, pare ci fosse proprio il 23enne, che era stato portato nella caserma dei carabinieri di Limbiate per essere sentito prima di essere fermato con l'accusa di omicidio stradale. Pare che prima del dramma, il gruppo di amici, tutti tra i 18 e i 23 anni, avesse trascorso una serata in un locale di Nova Milanese. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'auto si ribalta durante la "gara": muore un 22enne, fermato l'amico che guidava

MilanoToday è in caricamento