22enne morta dopo lo schianto: condannato l'amico per omicidio stradale

Un anno e nove mesi con pena sospesa per il ragazzo che era alla guida dell'auto schiantatasi contro un muro

La vittima (Fb)

E' stato condannato a un anno e nove mesi (con pena sospesa) il 25enne di Brugherio alla guida della vettura schiantatasi a Ballabio (Lecco) a bordo della quale c'era anche l'amica Giada Mornelli, 22 anni di Pozzuolo Martesana, morta in ospedale per le gravissime ferite riportate.

Il gip ha accolto la richiesta di rito abbreviato avanzata dal 25enne. Per lui l'accusa aveva chiesto due anni e sei mesi. Il giudice ha applicato le attenuanti generiche, in considerazione del fatto che il giovane era incensurato, e ha abbassato la pena. L'udienza si è svolta il 23 luglio. Per la famiglia verrà stabilito un risarcimento in sede civile, ma la mamma della ragazza si è detta delusa dalla decisione del gip.

Lo schianto contro un muro

La tragedia risale al 12 maggio 2018. Lo scenario, la strada provinciale che da Lecco va a Ballabio, teatro di uno schianto costato la vita a una ragazza milanese di ventidue anni. A bordo della Opel Adam Giada, un'amica coetanea anche lei di Pozzuolo e il 25enne di Brugherio, al volante. Dopo le 10 di sera, l'auto ha sbandato all'altezza di una curva e si è schiantata frontalmente contro un muro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I vigili del fuoco hanno estratto i ragazzi poi soccorsi dagli equipaggi del 118. Immediatamente è apparsa più grave la ragazza, portata in codice rosso all'ospedale di Lecco in neurorianimazione. Poi il decesso. I genitori hanno autorizzato l'espianto degli organi. Le analisi alcolemiche sul 25enne hanno in seguito evidenziato come fosse di 2,11 grammi per litro. Di qui l'accusa: omicidio stradale aggravato dallo stato di alterazione alcolica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Coronavirus, l'allarme dei medici di Milano: "Prepararsi a stagione influenzale o sarà crisi"

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Coronavirus, nuovo decreto su mascherine, discoteche e voli: che cosa (non) cambia dal 14 luglio

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

Torna su
MilanoToday è in caricamento