rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Incidenti stradali

28enne ucciso da rom in fuga, preso terzo investitore

Dopo i due minorenni, è stato rintracciato dalla polizia il terzo rom a bordo dell'auto rubata che, sfrecciando senza rispettare segnaletica, aveva provocato la morte di Pietro Mazzara

Potrebbe essersi quasi chiuso il cerchio sulla morte di Pietro Mazzara, lo sfortunato 28enne che, qualche mese fa, perse la vita investito da alcuni rom in fuga con un'auto rubata.

I ladri stavano scappando dopo il furto di una Bmw, tagliando a velocità folle incroci e semafori. I due minorenni a bordo dell'auto erano stati arrestati immediatamente. Due maggiorenni, invece, si erano dati alla fuga. Uno di loro è stato arrestato. Gli agenti, dopo minuziose indagini, hanno controllato i campi nomadi di via Chiesa Rossa e di via Martirano. In quest'ultimo é stato riconosciuto un rom, Angelo Levacovich di 23 anni, con precedenti per rapina, furto e ricettazione.

Deve rispondere di omicidio volontario in concorso con gli altri tre ragazzi con cui era sulla macchina. Non è ancora stato accertato se Levacovich era alla guida o un passeggero. Comunque la Bmw con la quale i malviventi scappavano colpì con una tale forza l'altra auto di Mazzara da scaraventarla a 20 metri di distanza. Mazzara fu sbalzato dall'abitacolo e dopo essere rimbalzato su una vettura posteggiata cadde sull'asfalto morendo. Ora manca all'appello un ricercato.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

28enne ucciso da rom in fuga, preso terzo investitore

MilanoToday è in caricamento