Venerdì, 22 Ottobre 2021
Incidenti stradali Segrate / Via I Maggio

Incidente a Segrate, sbanda in motocicletta e si schianta contro la rotatoria: morto 43enne

L'incidente giovedì sera alla rotatoria di via 1 maggio. L'uomo è poi morto in ospedale

Prima della rotatoria non sarebbe più riuscito a domare la sua Ducati. Avrebbe sbandato, perso il controllo della motocicletta e si sarebbe schiantato frontalmente contro il rondò. Poi, come in una carambola impazzita, sarebbe stato lanciato via dal mezzo, cadendo violentemente al suolo.  

Serata di sangue quella di giovedì a Segrate, dove un uomo di quarantatré anni - Andrea Bendoni, sposato e padre di due bambini - è morto in un drammatico incidente in moto avvenuto qualche minuto prima delle 21. Teatro del dramma è stata la rotatoria tra via XXV aprile e via 1 maggio, a due passi dal palazzetto dello sport comunale. 

Incidente in moto a Segrate: morto un uomo

Lì, stando ai primissimi accertamenti dei carabinieri, la vittima sarebbe finita contro il rondò per poi essere sbalzata nel giardinetto al lato della carreggiata. 

Sul posto, per prestare i soccorsi al motociclista, sono intervenuti gli equipaggi di un'ambulanza e di un'auto medica del 118, che hanno poi trasportato l'uomo in condizioni disperate all'ospedale San Raffaele. Proprio al pronto soccorso, i medici non hanno potuto far altro che constatare il decesso. 

La salma, secondo quanto appreso, è stata messa a disposizione dell'autorità giudiziaria e non è escluso che sul corpo del quarantatreenne possa essere effettuata l'autopsia, anche per chiarire se all'origine dello scontro col rondò ci sia stato un malore.

Le indagini per ricostruire con esattezza le cause dell'incidente sono invece affidate ai carabinieri di Segrate: dai primi accertamenti sembra che la vittima abbia fatto tutto da sola e che nello schianto non sia coinvolto nessun altro veicolo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente a Segrate, sbanda in motocicletta e si schianta contro la rotatoria: morto 43enne

MilanoToday è in caricamento