Incidenti stradali

Travolse e uccise un uomo in viale Monza: condannato e subito scarcerato

Concessi gli arresti domiciliari per Franko Della Torre, 33 anni, con il braccialetto elettronico

L'incidente (foto Bennati)

Verrà scarcerato Franko Della Torre, appena condannato a sette anni e sei mesi di reclusione per avere provocato un incidente mortale in viale Monza il 30 aprile 2017, quando travolse con la sua Audi Q7 l'auto del 57enne Livio Chiericati e poi scappò a piedi. Natalia Imarisio, il gup, il 18 ottobre ha accolto l'istanza di scarcerazione avanzata dalla difesa del 33enne. L'uomo verrà quindi scarcerato e posto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. 

Il 17 ottobre lo stesso gup ha condannato Della Torre a sette anni e sei mesi di reclusione per omicidio stradale aggravato (dalla fuga e dal mancato soccorso) con il rito abbreviato. Il pubblico ministero Francesco Cajani aveva invece chiesto la condanna a dieci anni

L'incidente

Alle sette di domenica mattina Chiericati - manager di professione - stava recandosi al lavoro quando, all'altezza dell'incrocio tra viale Monza e via Popoli Uniti, venne travolto dal Suv guidato da Della Torre, lanciato a folle velocità (115-120 km/h secondo la successiva perizia, "bruciando" un semaforo rosso). Il manager rimase ferito in modo gravissimo e Della Torre si allontanò a piedi lasciandolo in agonia. Chiericati morì poco dopo. Circa dodici ore dopo l'incidente, Della Torre telefonò alla polizia locale di Milano per consegnarsi. Si era recato all'ospedale di Rho per medicare le ferite riportate.

La polizia locale era però già sulle sue tracce: l'Audi era infatti intestata alla moglie dell'uomo, che risiede a Nerviano nella frazione di Villanova. Questione di tempo e l'avrebbe comunque catturato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolse e uccise un uomo in viale Monza: condannato e subito scarcerato

MilanoToday è in caricamento