menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Condannato il pirata della strada

Condannato il pirata della strada

Investì e uccise donna in via Tertulliano, condannato a 4 anni e 8 mesi

L'incidente a dicembre 2012, poi l'arresto qualche mese dopo

E' stato condannato a 4 anni e 8 mesi di reclusione il pirata della strada che travolse e uccise una donna di 64 anni, Gianna Baroni, e poi fuggì prima di essere arrestato dopo tre mesi di indagini. Lo ha deciso il gup di Milano Maria Vicidomini che è andata ben oltre la richiesta del pm di 3 anni e 6 mesi di carcere ed ha accolto la linea del legale di parte civile di applicazione della pena massima.

Il giudice, infatti, nel processo con rito abbreviato (che prevede lo sconto di un terzo sulla pena) nel condannare a quasi 5 anni di carcere l'imputato, Mariano Gallo, 38 anni, è partito dai massimi di pena previsti per i reati di omicidio colposo e omissione di soccorso. ''E' tra le pene più alte in Italia comminate per un omicidio colposo stradale in abbreviato'', ha spiegato l'avvocato Domenico Musicco, che rappresentava come parte civile il figlio della donna, Cristian.

Gianna Baroni venne investita da un furgone bianco mentre stava attraversando le strisce pedonali in via Tertulliano, a Milano, l'8 dicembre del 2012. Dopo aver acquisito i filmati delle telecamere della zona e aver analizzato le tracce del furgone sulla borsetta della vittima, gli investigatori della Polizia locale, coordinati dal pm Francesco Cajani, hanno arrestato Gallo lo scorso 6 marzo, a tre mesi dall'omicidio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento