menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Opera (Milano), Tir si ribalta e sversa gasolio nei campi: si teme l'inquinamento

La rimozione del mezzo è durata due giorni, ora verra assorbito il gasolio sversato e poi si procederà con l'analisi dei terreni

Assorbire il gasolio sversato nel canale prima che raggiunga la falda acquifera e rimuovere il terreno contaminato dal carico dell’autoarticolato: migliaia di vasetti di vetro andati in frantumi.  Sono questi gli ultimi passaggi delle operazioni di rimozione del Tir che, mercoledì 10 febbraio, percorrendo la strada consortile Mirasole, è uscito di strada ribaltandosi nelle campagne di Opera (hinterland sud di Milano).

Un incidente che, oltre ad essere costato l’intero carico all’autostrasportatore ucraino, ha provocato diversi disagi alla circolazione e ora rischia, perfino, di causare seri danni all’ambiente. "Per effettuare le operazioni di rimozione del mezzo - spiega il sindaco Antonino Nucera - è intervenuta un’azienda speciale di Piacenza che, da oltre 30 anni, si occupa di pronto intervento ambientale stradale".

Le operazioni procedono dunque per scongiurare l'inquinamento provocato dalla fuoriuscita del gasolio dal mezzo pesante. Mercoledì mattina il conducente, un 27enne di origine ucraina, ha imboccato la strada consortile nonostante il divieto d'accesso. Poche centinaia di metri dopo la vecchia Abbazia, in direzione Rozzano, l’autotrasportatore ha accostato il mezzo al ciglio della strada per consentire il passaggio di un'altra vettura, ma la manovra non è andata a buon fine.

La dinamica: fa passare un'auto ma si ribalta

Forse a causa del peso, gli pneumatici sono scivolati lungo l’argine e il bilico si è cappottato. Nessuna conseguenza fisica per l'uomo, uscito illeso e da solo dalla cabina della motrice. Sono durate due giorni le operazioni successive: il rimorchio è stato svuotato e si è poi proceduto con la rimozione del Tir. A quel punto sono stati rimossi i cocci di vetro e sono state sistemate le barriere assorbenti nel canale scolmatore che costeggia la strada, utilizzato per l’irrigazione dei campi. Dopo aver prelevato tutto il gasolio fuoriuscito dal mezzo, sarà possibile procedere con altri accertamenti ambientali per comprendere l'entità dell'eventuale inquinamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento