Incidenti stradali Gorla / Via Asiago

Via Asiago, ancora in coma il bimbo investito

Operato all'addome e alla testa, è ancora in gravissime condizioni il bambino investito ieri in via Asiago da una Bmw. Indagato il conducente ma anche (per omesso soccorso) il papà

Il tratto di via Asiago "incriminato"

Mentre si chiariscono meglio le dinamiche dell'incidente di ieri in via Asiago, di cui è rimasto vittima un bambino di origini cinesi che stava per entrare nell'asilo, le sue condizioni restano gravi.

Il piccolo è stato operato ieri pomeriggio all'addome e alla testa al San Raffaele, ma i medici non vogliono sbilanciarsi sul decorso post-operatorio e sulle sue condizioni. Al 34enne alla guida della Bmw che ha investito il bambino è stata tolta la patente, ed è stato indagato per lesioni gravissime.

Il papà è invece accusato di omesso soccorso. La dinamica sembra essere ormai chiarita, grazie ai rilievi dei vigili urbani e alle testimonianze dei presenti. Sembra che il piccolo, dopo avere passeggiato per qualche secondo sul marciapiedi, abbia attraversato la strada per entrare in una panetteria di fronte all'asilo.

La titolare del negozio ha lasciato il banco per dirigersi verso di lui, intanto il papà, dall'altra parte della strada, sbracciava e gli diceva (forse) di non muoversi). Ma il bambino ha attraversato di nuovo per andare incontro al padre, proprio mentre sopraggiungeva la Bmw.

Dai rilievi è emerso che il guidatore avrebbe frenato accortosi del trambusto, ma non si sarebbe invece accorto dell'impatto con il bambino, trascinandolo per più di 30 metri prima di fermarsi del tutto e scendere, sotto shock, a prestare soccorso.

E' ancora però una ricostruzione da prendere con le dovute cautele.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Asiago, ancora in coma il bimbo investito

MilanoToday è in caricamento