menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il mezzo incidentato e la vittima a terra (foto MilanoToday)

Il mezzo incidentato e la vittima a terra (foto MilanoToday)

Milano, schianto tra due motorini in via Segantini: ferito un fattorino di Deliveroo

L'incidente alle 20.30 di martedì sera. Il giovane è finito al Policlinico in codice giallo

È rimasto a lungo a terra spaventato e ferito. Poi, dopo essere stato medicato sul posto da un'ambulanza del 118, è stato accompagnato all'ospedale Policlinico in condizioni serie, ma fortunatamente non gravissime. 

Un rider di Deliveroo, un uomo di circa trenta anni, è rimasto ferito martedì sera in un incidente avvenuto alle 20.30 all'incrocio tra via Segantini e via Darwin. Lì, lo scooter sul quale viaggiava il fattorino si è schiantato contro un altro motorino con a bordo due uomini. Ad avere la peggio nell'impatto, molto violento, è stato proprio il "pony express", che è rimasto sull'asfalto in stato di shock e con diverse ferite. 

"Assistito" dagli altri due ragazzi fino all'arrivo del 118, il trentenne è poi stato trasportato al Policlinico in codice giallo. 

L'incidente di martedì sera inevitabilmente ha riacceso il tema sicurezza sul lavoro per i riders delle varie compagnie di consegne a domicilio. Lo scorso 17 maggio - quando la questione era esplosa in tutta la sua forza - un giovane fattorino di Just Eat era caduto dal suo scooter in via Montegani ed era rimasto incastrato sotto un tram, tanto che i medici erano stati costretti ad amputargli parte della gamba. La prima ipotesi dei ghisa era stata che il pony express stesse cercando di superare proprio il mezzo Atm, ma poi lui stesso aveva spiegato di aver perso il controllo del motorino a causa del pavé dissestato. 

Dopo quell'incidente, i riders si erano ritrovati sotto palazzo Marino il 23 maggio per un sit-in di protesta e due giorni dopo avevano deciso di mettere in scena il primo e storico - seppur poco partecipato - sciopero. Le richieste più importante messe sul tavolo erano stata due: maggiore sicurezza e riconoscimento dei diritti che spettano a ogni lavoratore. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento