menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Armi

Armi

Propaganda nazista e antisemita: quattro indagati a Milano

Tutti sono militanti del "Movimento Nazionalsocialista dei Lavoratori MLNS - NSAB", movimento politico di estrema destra

Giovedì la Digos della questura di Milano ha concluso un’indagine ed eseguito, nelle province di Milano, Pavia e Sondrio, quattro perquisizioni nei confronti di R. D. dell’88 di Sondrio; V. E. e P. A. entrambi del ‘90 e milanesi; C. M. dell’89 di Milano, ma residente a Pavia, tutti militanti del “Movimento Nazionalsocialista dei Lavoratori MLNS - NSAB”, movimento politico di estrema destra, indagati per i reati commessi in violazione della legge 654/75 (c.d. Legge sugli atti discriminatori). 

I 4 ragazzi indagati sono considerati responsabili di attività di propaganda politica a sfondo razzista/antisemita, svolta a Milano e provincia, all’interno di liste proprie del Movimento, in occasione delle prossime elezioni. Una di queste liste è stata presentata a Nosate, l'unico comune della provincia di Milano sotto i mille abitanti e quindi senza che sia necessario raccogliere firme a sostegno della candidatura.

Nel corso delle perquisizioni, è stato rinvenuto e sequestrato numeroso materiale ideologico riconducibile al movimento di chiara matrice razzista e antisemita, costituito da volantini, documenti e manifesti, nonché libri e manuali d’area riconducibili a principi di natura xenofoba e razzista. Nelle abitazioni di due degli indagati sono state rinvenute e sequestrate 4 pistole giocattolo prive del c.d. “tappo rosso di sicurezza”, oltre ad alcuni coltelli a serramanico e a molla, nonché oggetti atti ad offendere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento