rotate-mobile
Cronaca

Inchiesta Maugeri, indagato anche Casciello del Ministero della Salute

E' il direttore generale dell'area ricerca. Per lui i pm ipotizzano l'abuso d'ufficio. Recentemente per la stessa vicenda è stato rinviato a giudizio, tra gli altri, Formigoni

Massimo Casciello, direttore generale del settore ricerca del ministero della salute, risulterebbe indagato a Milano nell'ambito dell'inchiesta sui fondi neri della Fondazione Maugeri. Il reato per lui ipotizzato è quello di abuso d'ufficio.

Proprio in questo periodo - chiuse le indagini - per la stessa vicenda è stato rinviato a giudizio, tra gli altri, Roberto Formigoni. Il coinvolgimento di Casciello è legato a un parere positivo da lui dato al progetto per attività di cura e ricerca per 70 posti letto per il trattamento del dolore cronico in via Dardanoni a Milano. Progetto che, secondo i pm, insieme ad altri sarebbe stato al centro dei provvedimenti regionali mirati a favorire la fondazione.

Casciello, stando ai pm, avrebbe "collaborato coi responsabili della Maugeri a redigere il progetto, al quale avrebbe poi dato l'ok necessario". Il nome di Casciello l'ha fatto Antonio Spavanello, sovrintendente sanitario della Fondazione, sentito dai pm come testimone. Secondo il racconto di Spavanello, Casciello aveva suggerito di apportare modifiche formali che "vestissero i progetti con le caratteristiche della ricerca", altrimenti non avrebbero potuto essere riconosciuti come progetti di ricerca. Quindi a dire di Spavanello, Casciello avrebbe partecipato durante la formazione e redazione del progetto, e non solo con un giudizio a posteriori.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta Maugeri, indagato anche Casciello del Ministero della Salute

MilanoToday è in caricamento