Cronaca Greco / Via Milano

Indagato il capo dei pm Edmondo Bruti Liberati

L'indagato è accusato di omissione d'atti d'ufficio

Edmondo Bruti Liberati, capo dei pm di Milano, è indagato per omissione di atti d'ufficio. Il fatto illecito risalirebbe al 2011 per l'ipotesi di accordo fraudolento a carico del manager di "F2i" (Fondi italiani per le infrastrutture), Vito Gamberale, durante l'asta notificata dal comune il 16 dicembre per la vendita del 29,75% della Sea (Società aeroportuale di Linate e Malpensa).

Bruti Liberati avrebbe "dimenticato" di consegnare (per tre mesi) i fascicoli con le intercettazioni di Vito Gamberale, inviate il 25 ottobre 2011 dai pm di Firenze a quelli di Milano, riguardanti il bando per la vendita delle azioni di Sea.

Questo ritardo non permise l'apertura di un'inchiesta e quando a dicembre furono aperte le buste nessuno aveva ancora esaminato le intercettazioni.

In una lettera Bruti ha definito l'accaduto con una "deplorevole dimenticanza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagato il capo dei pm Edmondo Bruti Liberati

MilanoToday è in caricamento