rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

“Parco Sud”: Salvatore Barbaro chiede il rito abbreviato

La prossima udienza è stata fissata per il prossimo 5 ottobre. Solo tre imputati hanno scelto di patteggiare, mentre invece gli altri hanno preferito il rito abbreviato. Gli altri indagati invece andranno a giudizio

E' stata fissata per il 5 ottobre la prossima udienza con rito abbreviato che vede imputato e già condannato a Milano per associazione mafiosa, il presunto boss della 'ndrangheta Salvatore Barbaro, in merito alle indagini svolte nel procedimento "Parco Sud" che indaga sulle infiltrazioni mafiose nell'area edile della Lombardia e del movimento terra nella zona sud-ovest dell'hinterland milanese.

Venti sono le persone che sono state imputate dinanzi al gup di Milano Donatella Banci Buonamici, tra i quali anche Domenico e Rosario Barbaro, rispettivamente padre e il fratello di Salvatore Barbaro, tutti esponenti dello stesso clan Barbaro - Papalia, che risulta radicato soprattutto nella zona di Buccinasco. Solo tre imputati hanno scelto di patteggiare, mentre invece gli altri hanno preferito il rito abbreviato che prevede lo sconto di un terzo della pena.

Risalgono a novembre 2009 le indagini che si sono svolte in merito a "Parco Sud" , durante le quali furono eseguite una serie di ordinanze di custodia cautelare per ben 17 persone che furono ritenute appartenenti o comunque vicine alla cosca in questione. Con l'accusa di associazione a stampo mafioso risultò imputato anche l'imprenditore Andrea Madaffari, vice presidente della immobiliare Kreiamo spa, che controllava la Immobiliare Buccinasco srl, riconducibile ai Barbaro. Inoltre fu trovato e sequestrato, nel 2009, un vero arsenale da guerra, con molte armi, tra le quali anche fucili e una bomba a mano che probabilmente serviva, secondo le dichiarazioni dell'accusa, per imporsi nel settore immobiliare e nei cantieri.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Parco Sud”: Salvatore Barbaro chiede il rito abbreviato

MilanoToday è in caricamento