Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Stadera / Via Francesco Brioschi

Strage di via Brioschi, forse Micaela si era accorta della fuga di gas nella cucina di casa

La donna, una delle tre vittime dell'esplosione, avrebbe chiuso la valvola dell'impianto del gas della cucina poco prima della deflagrazione. Martedì i funerali e il lutto cittadino

Micaela a suo marito Giuseppe

Forse un azione “inconsapevole”, spontanea. Probabilmente, ma ci penserà la procura a fare chiarezza, un tentativo estremo di evitare la strage. Purtroppo inutile. 

Micaela Masella, una delle tre vittime della strage di via Brioschi, avrebbe chiuso la valvola del gas della sua cucina poco prima della deflagrazione che il 12 giugno scorso ha seminato morte e terrore nel condominio al civico 65. Gli inquirenti, che continuano ad indagare, hanno trovato la manopola chiusa e sono abbastanza certi, quindi, che la donna appena sveglia abbia sentito il forte odore di gas e abbia cercato di correre ai ripari. 

Cosa abbia poi realmente innescato l’esplosione è difficile, se non impossibile, da accertare perché in quelle condizioni era sufficiente un qualsiasi contatto. E, forse, di questo Micaela si era accorta. Ma non ha potuto fare nulla per evitare lo scoppio che è costato la vita a lei e ai due ragazzi - Riccardo e Chiara - che vivevano nella casa accanto alla sua

Nello scoppio sono rimasti feriti anche le figlie di Micaela, due bimbe di sette e undici anni, e Giuseppe Pellicanò, quell’uomo dal quale la vittima stava divorziando e - soprattutto - quell’uomo che sembra non avesse accettato la fine della storia. 

Proprio Pellicanò, che è ancora ricoverato al Niguarda insieme alle bimbe, è l’unico iscritto nel registro degli indagati, con l’ipotesi di reato di strage. Il prossimo 1 luglio inizieranno gli accertamenti irripetibili per verificare l’eventuale presenza di tracce biologiche e impronte digitali sul tubo dell’impianto del gas che risulta manomesso. A manometterla, secondo la procura, potrebbe essere stato proprio l’uomo. 

Si terranno mercoledì pomeriggio, invece, i funerali di Micaela. L’ultimo saluto alla donna, in una giornata di lutto cittadino per Milano, sarà dato alle 14.45 nella chiesa Santi Apostoli e Nazaro Maggiore in piazza San Nazaro in Brolo. Sull’altare sarà presente il gonfalone del comune di Milano listato a lutto e alla cerimonia parteciperà anche il neo sindaco Beppe Sala. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di via Brioschi, forse Micaela si era accorta della fuga di gas nella cucina di casa

MilanoToday è in caricamento