rotate-mobile
Cronaca Maciachini / Via Valassina

Crollo del cavalcavia: indagati tre ingegneri, si ipotizzano l'omicidio e il disastro colposo

Si cerca di capire se vi sia stata una mancanza di coordinamento tra i tecnici provinciali e quelli dell'Anas

Tre ingegneri, uno dell'Anas e due della provincia di Lecco, sono stati iscritti dalla procura di Lecco nel registro degli indagati per il crollo del cavalcavia di Annone, nel Lecchese, che lo scorso ventotto ottobre ha provocato la morte di una persona, Claudio Bertini, e diversi feriti.

VIDEO - Il disastro sulla strada Statale 36: le immagini

video ponte-3

L'inchiesta, condotta dal procuratore di Lecco, Antonio Chiappani, e dal pm Nicola Preteroti, ipotizza i reati di omicidio colposo e disastro colposo.

LEGGI: "Crolli da un cavalcavia sull'A4, chiusa l'autostrada"

Dei tre ingegneri, uno, quello dell'Anas, è responsabile della manutenzione del cavalcavia crollato sotto il peso di un tir che portava un carico di bobine d'acciaio. A quanto si è saputo, in questa fase dell'inchiesta si sta cercando di capire se vi sia stata una mancanza di coordinamento tra i tecnici provinciali e quelli dell'Anas.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo del cavalcavia: indagati tre ingegneri, si ipotizzano l'omicidio e il disastro colposo

MilanoToday è in caricamento