rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Smog, Podestà lancia sondaggio online. E c'è bollino caldaie

Si affastellano le proposte per ridurre lo smog milanese: il presidente provinciale Podestà lancia un sondaggio on-line aperto a tutti. E dalla Regione arriva il bollino per le caldaie "eco"

Un doppio sondaggio, telefonico e via internet, per capire quali sono le misure auspicate dai milanesi e dagli abitanti dell'hinterland per combattere lo smog: è la strada scelta dal presidente della Provincia di Milano Guido Podestà anticipata in un'intervista a Il Giornale.

Podestà chiede "più partecipazione" tra gli enti locali e il coinvolgimento dei cittadini per capire quali devono essere le linee guida anti-smog. Ecopass è stata "una sperimentazione che per la verità non ha dato i risultati sperati" e l'ordinanza sulle domeniche a piedi "va rivista", anche perché "é bastato il vento di sabato per spazzare l'aria".

Attraverso un sondaggio telefonico su un campione rappresentativo e una consultazione on line aperta a tutti sul portale della Provincia, Podestà vuole capire quali sacrifici sono disposti a fare i cittadini perché "l'efficacia delle azioni di contrasto all'inquinamento e la diffusione dei comportamenti virtuosi passa per il loro coinvolgimento". "Le decisioni spettano alla Regione e ai singoli Comuni - ha aggiunto - ma noi dobbiamo svolgere un ruolo di coordinamento. Anche se in prospettiva c'é il governo metropolitano".

Non solo. Ci sarà un 'bollino blu' per certificare l'impatto ambientale delle caldaie sarà introdotto dalla Regione Lombardia come ulteriore misura antinquinamento per l'aria. Il provvedimento sarà già al vaglio della prossima riunione della giunta, mentre nell'imminente nuovo piano aria verranno imposti limiti ancora più severi per l'utilizzo di impianti a legna.

E' quanto è emerso dalla riunione del tavolo permanente per l'aria che si è riunito questa mattina a Palazzo Lombardia. Al termine della riunione l'assessore all'Ambiente Marcello Raimondi ha elencato tutte le misure stabili che in questi anni la Regione Lombardia ha messo in campo, 101 strumenti per un valore di oltre un miliardo di euro di investimenti. Secondo i dati del Jrc di Ispra i riscaldamenti, inclusi la legna, incidono sul totale dell'inquinamento prodotto per il 29% circa. Un motivo per cui impegnarsi proprio su questo fronte. "Il tavolo permanente per l'aria - ha tenuto a spiegare Raimondi - non è stato convocato oggi per particolari emergenze, ma lo convochiamo tutti gli anni perché è previsto per legge". Secondo l'assessore regionale in questi ultimi anni attraverso le misure assunte dalla Lombardia "sono state tolte dai cieli le sostanze più velenose" (fonte: ansa). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog, Podestà lancia sondaggio online. E c'è bollino caldaie

MilanoToday è in caricamento