rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Inquinamento e pm10: per la prima volta sotto la soglia europea

Milano scende sotto i 40 mg/m3 di media sanciti dall'Ue. In aumento i controlli sui riscaldamenti delle case

Milano scende sotto uno dei parametri dell'Unione europea sulla qualità dell'aria. E' successo nell'arco del 2013: la media annuale del pm10 è stata di 37 mg/m3, contro i 40 di valore limite indicato dall'Ue. "E' la prima volta - commenta l'assessore alla mobilità Pierfrancesco Maran - che la nostra città rispetta uno dei parametri richiesti dall'Unione in materia di qualità dell'aria". Obiettivo raggiunto con politiche attive sulla congestione del traffico e sul risparmio energetico.

I giorni di sforamento nel 2013 sono stati 81, il numero più basso dal 2002 che è stato anche l'anno peggiore del decennio (166) e il più piovoso, insieme al 2010 (con 85 giorni di sforamento). Area C, bike sharing, mezzi pubblici più numerosi hanno influito sul risultato.

Ha fatto la sua parte anche la maggior efficienza energetica: parte degli uffici comunali è stata infatti convertita a gas naturale, mentre sono aumentati gli allacciamenti al teleriscaldamento. E proprio sul riscaldamento si sono intensificati i controlli: +25% di ispezioni rispetto alla media degli anni precedenti, per portare alla luce circa il 40% di impianti non conformi alla normativa. Talvolta - in una ventina di casi - si è proceduto al sequestro dell'impianto, per ragioni di sicurezza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inquinamento e pm10: per la prima volta sotto la soglia europea

MilanoToday è in caricamento