rotate-mobile
Cronaca

Non si ferma all'alt dei carabinieri: folle inseguimento a Milano con l'auto rubata

Bloccato, aveva con sé cocaina e marijuana oltre a un coltello da 22 centimetri

I carabinieri gli hanno intimato l'alt, ma lui ha premuto il pedale dell'acceleratore della Smart che stava guidando (e che poi si è scoperto essere stata rubata) ed ha intrapreso una fuga spericolata per le strade della periferia sud di Milano, per nulla intenzionato a fermarsi e farsi controllare. Alla fine, però, è stato bloccato e arrestato: aveva con sé un coltello e alcuni grammi di droga.

Tutto è iniziato all'una di notte di martedì 6 ottobre in corso Lodi, all'altezza di via Brenta. I militari del radiomobile avevano deciso di controllare la Smart in transito, ma l'uomo alla guida non ha rispettato l'imposizione e si è lanciato in fuga per circa quattro chilometri, per poi abbandonare la vettura in via Campazzino e cercare di scappare a piedi. 

Droga e auto rubata

Raggiunto e bloccato dai carabinieri, si è dimenato con calci e pugni fino ad essere immobilizzato. In tasca aveva cinque involucri di cocaina per quasi due grammi e mezzoo, oltre a mezzo grammo di marijuana e un coltello a serramanico con la lama lunga 22 centimetri.

La Smart è poi risultata rubata a luglio a Rozzano. Alla vettura erano state applicate targhe intestate a un prestanome. L'uomo, un 40enne italiano senza lavoro e con diversi precedenti di polizia, è stato arrestato. Risponderà di ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e porto abusivo di armi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si ferma all'alt dei carabinieri: folle inseguimento a Milano con l'auto rubata

MilanoToday è in caricamento