Cronaca

Donna guida senza patente: inseguimento folle per 20 chilometri, poi morde i carabinieri

La donna, trentaquattro anni, è stata arrestata e messa ai domiciliari. La ricostruzione

Foto repertorio

Prima ha fatto tutto quello che poteva per scappare. Poi, una volta che la sua corsa era finita, ha tentato un’ultima estrema soluzione, purtroppo per lei inutile. 

Una donna di trentaquattro anni di Milano, incensurata, è stata arrestata dai carabinieri e messa ai domiciliari con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, danneggiamento aggravato e rifiuto di sottoporsi all’alcol test. 

Le strade dei militari e della signora si sono incrociate nella notte tra domenica e lunedì a Zingonia, nel Bergamasco, dove gli uomini dell’arma hanno intimato l’alt alla macchina guidata dalla donna. La trentaquattrenne, però, non ha accennato minimamente a fermarsi e da lì è iniziato un folle inseguimento - con tanto di strade imboccate contromano e zigzag a velocità elevata - finito soltanto a Gorgonzola, una ventina di chilometri dopo. 

Bloccata, la guidatrice ha cercato di liberarsi dai militari aggredendoli a morsi e si è rifiutata in ogni modo di sottoporsi all’alcol test, danneggiando la macchina dei carabinieri. Una volta identificata, gli uomini dell'Arma hanno poi anche scoperto che in realtà la donna non aveva mai preso la patente. 

Per lei sono scattate le manette e gli arresti domiciliari in attesa del processo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna guida senza patente: inseguimento folle per 20 chilometri, poi morde i carabinieri

MilanoToday è in caricamento