Cronaca Via Margherita de Vizzi Viganò

Inseguito dai carabinieri, si schianta contro l'auto di un prete: aveva un carico di hashish

È successo nel pomeriggio di giovedì, l'uomo è stato arrestato a Monza

Immagine repertorio

Aveva 50mila euro di hashish nel bagagliaio e stava scappando dai carabinieri. L'epilogo? Le manette, dopo essersi schiantato contro l'auto di un sacerdote. È successo nel pomeriggio di giovedì 29 marzo tra Cinisello Balsamo e Monza; arrestato un cittadino marocchino di 56 anni, regolare in Italia, pregiudicato e sottoposto a libertà vigilata. Il fatto è stato reso noto dai carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni.

L'inseguimento

Tutto è inziato poco prima delle 13 in via De Vizzi a Cinisello Balsamo quando una pattuglia del nucleo radiomobile ha notato una Peugeot 207 guidata dal 56enne. Hanno tentato di fermarlo, ma lui ha proseguito spingendo a tavoletta sull'acceleratore.

È scattato l'inseguimento che è proseguito per circa due chilometri fino a via valosa di sopra a Monza (zona San Fruttuoso) dove Peugeot non ha rispettato una precedenza e si è schiantata contro una Fiat Stilo guidata da un sacerdote di 62 anni. I carabinieri hanno fermato il fuggitivo e controllato la sua automobile e nel bagagliaio, in un sacchetto, hanno trovato 5 kg di hashish. Per lui sono scattate le manette ed è stato accompagnato  nel carcere di Monza. Nel passato del 56enne, come riferito dai militari, risulta un altro precedente per reati connessi allo spaccio di droga.

Sul posto anche le ambulanze del 118 che hanno prestato assistenza al sacerdote che è stato medicato e accompagnato in codice verde all'ospedale San Gerardo di Monza. Le sue condizioni non destano particolari preoccupazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inseguito dai carabinieri, si schianta contro l'auto di un prete: aveva un carico di hashish

MilanoToday è in caricamento