Passa in Enjoy e insulta la polizia per fare un video su Instagram: 20enne arrestato a Milano

In manette un ragazzo di venti anni ungherese. Ha anche cercato di aggredire gli agenti

Foto repertorio

Ha pensato bene di insultare gli agenti che erano fermi in strada, giusto per far divertire un po' i suoi follower. Poi, per chiudere il cerchio di una notte all'insegna della follia, quando quegli stessi agenti sono riusciti a bloccarlo, ha cercato di aggredirli per scappare. 

Un ragazzo di venti anni, un giovane ungherese, è stato arrestato nella notte tra lunedì e martedì dalla polizia con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. 

Ad attirare l'attenzione dei poliziotti, poco dopo l'una, è stato lui stesso, che passando in viale Gran Sasso a bordo di una Enjoy ha insultato ad alta voce gli agenti, che erano fermi in strada per un altro motivo. A quel punto, la Volante si è immediatamente mossa e ha bloccato la Fiat 500 del ragazzo, che - evidentemente non contento - si è scagliato contro gli uomini in divisa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per lui sono così scattate le manette. Stando a quanto accertato dalla Questura, sembra che il 20enne avesse insultato la polizia per fare un video da condividere su Instagram. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Autostrada A4 bloccata tra Milano e Bergamo, controlli per il coronavirus: la coda è infernale

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • "Contagi nascosti e lavoratori senza mascherine": denunciata la Fondazione Don Gnocchi. La replica: "Falsità"

  • "Ci avete salvato dal mare e Milano ci ha accolto": la comunità etiope dona cibo per l'emergenza

  • Milano, volanti all'inseguimento di uno scooter: finisce con un incidente e un arresto

Torna su
MilanoToday è in caricamento