menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Palazzo Montecitorio, sede del parlamento (foto Wikipedia)

Palazzo Montecitorio, sede del parlamento (foto Wikipedia)

Chiusura uffici postali della Provincia di Milano, arriva un'interrogazione parlamentare

Nicola Molteni, parlamentare della Lega Nord, ha protocollato una interrogazione parlamentare in cui chiede al Ministro Federica Guidi cosa intenda fare per scongiurare la chiusura degli uffici postali di Sant'Ilario, Casone e San Lorenzo

Una interrogazione parlamentare contro la chiusura degli uffici postali di Sant’Ilario, Casone e San Lorenzo. È quanto ha protocollato Nicola Molteni, parlamentare del Carroccio. 

La chiusura dei tre uffici postali, posti rispettivamente nelle frazioni dei comuni di Nerviano, Marcallo e Parabiago, rientra in un piano di riorganizzazione di Poste, orientato a una riduzione dei costi di gestione. In totale — tra Milano e Provincia, dal mese di aprile — chiuderanno i battenti cinque uffici, mentre altri sette subiranno riduzioni d’orario (Qui l’elenco completo).

«La decisione unilaterale della società, in primo luogo, arrecherà enormi disagi ai cittadini — scrive nella sua interrogazione Molteni —, soprattutto gli anziani, ai quali verrà negata la possibilità di usufruire con la dovuta comodità di servizi essenziali quali il pagamento delle bollette, con la conseguenza di essere costretti a frequenti e difficili spostamenti, e in secondo luogo estirperà anche il ruolo che l'ufficio postale occupa, soprattutto nei piccoli comuni, di presidio in un territorio».

Il parlamentare della Lega chiede al ministro dello sviluppo economico, Federica Guidi, quali azioni «intenda mettere in atto per far sì che il piano di riorganizzazione di Poste Italiane non si traduca in una violazione dei diritti dei cittadini della provincia di Milano, in particolar modo dei piccoli comuni, che si vedrebbero privati dell’effettiva erogazione di un servizio pubblico di qualità».

Non solo. Molteni conclude la sua interrogazione domandando sempre al ministro Guidi quali azioni «intenda intraprendere per favorire  una concertazione tra la direzione di Poste Italiane e le amministrazioni locali, al fine di scongiurare la chiusura degli uffici postali nei comuni di Parabiago e Nerviano tenendo conto dell'importanza che dal punto di vista sociale occupano questi uffici sul territorio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Salone del Mobile

    Stefano Boeri curerà il Salone del Mobile 2021: "Sarà imperdibile"

  • Attualità

    Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento