rotate-mobile
Cronaca

L'investitore del vigile giovedì sarà a Milano: via all'identificazione

Goico Jovanovic - o Remi Nicolic? - arriverà in Italia per sottoporsi ad ulteriori indagini sulla sua identità. Gli inquirenti hanno un nuovo documento dalla Francia: sarebbe minorenne

Non è ancora chiara l'identità, nè l'età. del giovane accusato dell'omicidio del vigile urbano Niccolò Savarino. Ma Goico Jovanovic - questo il nome, dei tanti che si era inventato, su cui si è lavorato finora -, arrestato in Ungheria, arriverà domani in Italia, dove si procederà alla corretta identificazione.

Emergono però ancora particolari e dubbi sulla sua identità: la famiglia sostiene che sia minorenne, gli esami sulle ossa del ragazzo lo escluderebbero, ma ci sono alcuni documenti - la cui veridicità è ancora da dimostrare - che dimostrerebbero il contrario.

Gli investigatori della squadra mobile infatti hanno acquisito dalla Francia un documento in cui il 15 maggio 1994 a Parigi, in carcere, risulta essere nato Remi Nicolic, uno dei tanti nomi - forse quello vero - del ragazzo che il 12 gennaio ha ucciso a Milano il vigile Niccolò Savarino investendolo con un Suv.

Le generalità del nomade sono le stesse riferite martedì dal padre, già arrivato a Milano e sentito in tribunale, e che compaiono anche su una carta di identità rilasciata dal Comune di Albignasego, in provincia di Padova, in cui è presente anche una fotografia che corrisponderebbe all'indagato. Si cerca ancora di far luce su molti aspetti di questa tragedia, primo tra tutti chi sia davvero l'investitore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'investitore del vigile giovedì sarà a Milano: via all'identificazione

MilanoToday è in caricamento