menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine repertorio

Immagine repertorio

#IoApro, la polizia presenta il conto ai locali aperti: a Milano multe per 80mila euro

Gli agenti hanno identificato circa 200 persone. Ecco il risultato dei controlli

Hanno aperto le porte dei loro ristoranti aderendo alla protesta “#IoApro”, hanno infranto le norme per prevenire i contagi da coronavirus. E adesso stanno fioccando le multe (circa 80mila euro), sia per i clienti, sia per i titolari dei locali che (inoltre) rischiano di dover tenere la saracinesca abbassata fino a un mese (senza asporto e delivery).

Dalla questura fanno sapere che le attività che hanno aderito alla protesta iniziata venerdì 15 gennaio sono circa una ventina: si tratta di bar, ristoranti e bistrot situati prevalentemente nelle zone della “movida”: in centro, Sempione, Garibaldi Venezia, Monforte Vittoria e Porta Genova.

La protesta del ristorante La Parrilla: dentro 90 clienti ma arrivano i carabinieri

I titolari e i clienti dei locali (circa 200 persone) sono stati identificati dalla polizia e nei loro confronti “saranno emesse le sanzioni amministrative previste dalla vigente normativa anti-contagio”, si legge in un comunicato di via Fatebenefratelli. Alcuni locali hanno chiuso dopo l’intervento della polizia, altri, invece, “hanno continuato la somministrazione in dispregio dei divieti”, hanno precisato dalla questura.

“Sono al vaglio le posizioni dei gestori di una decina di questi esercizi, oltre che per la irrogazione della prevista sanzione amministrativa pecuniaria, per la segnalazione alla Prefettura per l'eventuale irrogazione della sanzione accessoria della chiusura provvisoria dell'attività”, hanno evidenziato i poliziotti.

“Nei casi di reiterata violazione, la normativa vigente prevede, oltre al raddoppio della sanzione amministrativa pecuniaria, che la sanzione accessoria della chiusura avvenga nella misura massima di 30 giorni”, hanno sottolineato le forze dell’ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento