Materiale "sospetto" nel sottotetto del Tribunale: ispezione di Ats dopo l'incendio

I tecnici al lavoro a Palazzo di Giustizia

Vigili del fuoco davanti al Tribunale

L'Ats di Milano sta ispezionando, nella giornata di martedì, il quinto e il sesto piano del Palazzo di Giustizia. Al lavoro i tecnici dell'ufficio prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro. L'ispezione si è resa necessaria per campionare il materiale trovato all'interno di alcuni controsoffitti, quelli crollati il 28 marzo in seguito a un tubo scoppiato durante l'incendio occorso in Tribunale.

L'ispezione proseguirà per alcuni gioni e riguarderà anche il settimo piano dell'edificio. Era stato il presidente del Tribunale, Roberto Bichi, a scrivere ai magistrati e ai dipendenti parlando di una "possibile presenza di componenti di sospetta natura". Non si sa ancora nulla di preciso, se non che il materiale recuperato dai tecnici verrà inviato all'Arpa (l'azienda regionale per la protezione dell'ambiente) che si occuperà di analizzarlo nei suoi laboratori.

Sabato 28 marzo, all'alba, era scoppiato l'incendio, che aveva interessato i piani più alti del Tribunale. A fuoco gli archivi e la cancelleria, con gli atti dell'ufficio dei giudici per le indagini preliminari (gip). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento