Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Egitto: accusato di avere ucciso un tecnico in un resort, rilasciato su cauzione

L'uomo, un turista milanese, era in carcere dal 10 agosto

Il turista milanese è stato rilasciato su cauzione

Il turista milanese Ivan Pascal Mauro De Leonardis, arrestato a Marsa Alam (Egitto) dopo una tragica lite, è stato rilasciato su cauzione di 100 mila lire egiziane (circa 4.700 euro). Lo rende noto il quotidiano online Al-Masry Al Youm.

L'uomo, 42enne, il 10 agosto è stato arrestato in un resort della nota località sul Mar Rosso con l'accusa di avere provocato la morte di un egiziano dopo essere entrato, con le figlie di 6 e 15 anni, in una zona vietata della spiaggia dell'hotel. Un tecnico dei lavori in corso lo ha bloccato affermando che - per ragioni di sicurezza - non avrebbe potuto restare lì, e a quel punto è scoppiata la lite poi degenerata.

Secondo la polizia egiziana, De Leonardis avrebbe ammesso di avere colpito il tecnico, che soffriva di cardiopatia e che è deceduto un'ora più tardi. L'autopsia non ha fatto emergere una "correlazione diretta" tra il colpo e la morte, portando l'accusa a omicidio preterintenzionale. La Farnesina ha immediatamente seguito il caso, in stretto contatto con il console onorario Alberto Barattini.

La figlia dell'uomo morto a sua volta ha rivolto un appello direttamente al presidente egiziano Al-Sisi chiedendo il massimo della pena per chi le ha ucciso il padre. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Egitto: accusato di avere ucciso un tecnico in un resort, rilasciato su cauzione

MilanoToday è in caricamento