Cronaca

Iza, la ragazzina di 16 anni morta sotto un treno

Il dramma venerdì pomeriggio nella stazione di Parona, nel Pavese, su un treno diretto a Porta Genova. Lei stessa avrebbe cercato di aprire le porte del convoglio per scendere

La giovane vittima - Foto da Fb

L’amore per la pallavolo e le sue compagne di squadra. Un’adolescenza dedicata tutta al suo fidanzato, quel ragazzo con cui continuava a scambiarsi messaggi d’amore e foto dolci su Facebook. E poi, finalmente, quella tranquillità e spensieratezza ritrovata dopo giorni tanto difficili. 

È svanito tutto in un attimo per Izabella, la studentesse sedicenne morta venerdì sera nella stazione di Parona, nel Pavese, dopo essere stata investita da un treno partito da Mortara e diretto a Porta Genova. 

La ragazza, secondo quanto finora ricostruito da Trenord e dalle forze dell’ordine, avrebbe cercato di aprire la porta del treno appena ripartito e sarebbe rimasta incastrata col piede tra la banchina e il convoglio. A quel punto, per lei non c’è stato nulla da fare: è stata trascinata sui binari e uccisa sul colpo, nonostante l’ultimo disperato tentativo di salvarla del suo fidanzato - un ventenne di Mortara -, che era sceso nella stazione di Parona. 

Iza, di origini romene, avrebbe dovuto continuare il suo viaggio verso Vigevano, dove era ospite in una casa famiglia. Però, forse per stare ancora un po’ con il suo lui, avrebbe cambiato idea all’ultimo secondo e avrebbe cercato di scendere da quel treno, trovando la morte. 

Una morte che ha sconvolto tutti, soprattutto le sue giovani compagne del Certosa Volley, squadra di pallavolo pavese che milita in serie B2. “La notizia della tragedia che ti ha coinvolto ha attraversato in un attimo i nostri cuori lasciando un solco e un vuoto incolmabile - il ricordo delle compagne, dell’allenatore e del presidente -. La tua voglia di vivere e il tuo sorriso rimarranno sempre per noi da stimolo per coltivare al meglio quella nostra comune passione che tante gioie ti ha dato”. 

“Ora che il cielo ha un angelo in più siamo certi che questa grave perdita sarà pareggiata dai ricordi gioiosi della tua felicità che ci trasmettevi sul campo da gioco. Il tuo ricordo lo terremo stretto e - la promessa delle amiche - non andrà mai perso. Ciao Iza”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iza, la ragazzina di 16 anni morta sotto un treno

MilanoToday è in caricamento