Killer di gatti di nuovo in azione: cucciolo di tre settimane salvato in extremis

Enpa ribadisce massima attenzione per evitare altre morti

Gatto (foto Ansa)

La killer di gatti, A.T. - 41enne originaria di Milano residente a Lecco sospettata di aver ucciso tre giovanissimi felini - è tornata in azione. Secondo quanto riportato da Enpa, infatti, la donna ha tentato di adottare un altro cucciolo - di sole tre settimane - che fortunatamente è stato salvato in extremis.

A denunciare la situazione è stata la presidente dell'Enpa di Bergamo, Mirella Bridda, che ha raccontato: "Negli ultimi giorni siamo riusciti ad evitare che alla sospetta killer di gatti fosse dato in affidamento un altro felino, un cucciolo di sole tre settimane. L’indagata ha cambiato modus operandi: ha iniziato a 'muoversi' fuori regione ma, sospettiamo, potrebbe anche fornire false generalità, utilizzando, ad esempio, quelle di parenti o amici".

In base alla denuncia di Enpa, la 41enne sarebbe responsabile della morte di tre piccoli di gatto, che sarebbero stati uccisi a furia di botte e, in un caso, per congelamento. Nonostante la donna si sia dichiarata innocente, accusando i media di averla "trasformata in un mostro", un solido quadro indiziario, fatto di referti veterinari e testimonianze, sembra provare la sua colpevolezza. Del resto anche il Comune di residenza dell'indagata ha emanato un’ordinanza restrittiva nei suoi confronti. 

Dopo che l'associazione animalista ha reso pubblica la sua denuncia nei confronti della presunta killer di gatti, intorno alla donna si è creata una rete di residenti, attivisti, associazioni e polizia che, nei limiti del possibile, tiene sotto controllo la situazione. Nel caso dell'ultimo cucciolo, ad esempio, la consegna è stata evitata proprio grazie al passaparola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Enpa ha ribadito il proprio appello a prestare la massima attenzione, anche da parte dei servizi sociali, per evitare che la presunta killer entri in possesso di altri animali. Come ha fatto notare Bridda, infatti, l'attività di sorveglianza è "complessa e impegnativa" e "non può essere lasciata al volontarismo dei residenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • L'anziana che ha "truffato" i truffatori: così una 87enne ha fatto arrestare la "nipote" a Milano

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento