rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Sanità: la Lombardia ha i tempi d’attesa più bassi d’Italia

In Lombardia, secondo Formigoni, il problema delle liste d’attesa per la sanità è stato “completamente risolto”. “Siamo la Regione con i tempi d'attesa più bassi in Italia” ha detto il Governatore. Intanto anche un accordo con Pfizer per lo studio di alcune malattie rare

Il problema delle liste d'attesa in sanità è stato "completamente risolto in Lombardia". E' quanto ha confermato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni.

"Siamo la Regione - ha detto Formigoni - con i tempi d'attesa più bassi in Italia. In più abbiamo molte eccellenze sanitarie per cui numerosissimi pazienti da fuori regione vogliono venire a farsi ricoverare e curare nei nostri ospedali".

La Lombardia ha fissato un limite massimo di 30 giorni per le prime viste e di 60 per le prestazioni strumentali (esami) che viene rispettato in una percentuale altissima, vicina alla totalità (97%). Va sottolineato inoltre che i medici di famiglia e i pediatri, qualora ritengano ci sia un caso di urgenza, possono richiedere che la prestazione sia garantita entro 72 ore dalla prenotazione, con l'applicazione del "bollino verde".

Formigoni ha anche ricordato come la Lombardia stia inoltre  dotando la propria sanità di nuovi centri, come quello inaugurato venerdì a Saronno per la cura delle malattie oncologiche che servirà un territorio con quasi 500mila abitanti.

"Con una delibera approvata a giugno - ha aggiunto l'assessore alla Sanità, Luciano Bresciani - abbiamo deciso che le strutture che non rispettano i tempi d'attesa sulle patologie a rischio devono sospendere l'attività in libera professione, cioè a pagamento, finché non rientrano nei tempi stabiliti".

Intanto la Regione ha annunciato anche un accordo con la casa farmaceutica Pfizer, per degli studi sulle patologie cardiocerebrovascolari e su una patologia rara (l'ipertensione polmonare).

Un "innovativo modello di partnership tra pubblico e privato, tra Regione Lombardia e Pfizer in questo caso, che hanno collaborato fattivamente nell'individuazione di soluzioni volte a migliorare la qualità complessiva del sistema e a sperimentare nuovi modelli organizzativi e di cura" ha detto Formigoni”.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: la Lombardia ha i tempi d’attesa più bassi d’Italia

MilanoToday è in caricamento