Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Sequestrato laboratorio cinese in Lomellina

Vari quintali tra borse (con marchi d'alta moda, forse contraffatti) e pellame. Multa di 40 mila euro all'imprenditore

Un laboratorio di borse e altri prodotti in pelle e stoffa è stato sequestrato a Gambolò, in Lomellina, venerdì 28 marzo. Il laboratorio era infatti privo di qualunque misura di sicurezza. Un imprenditore cinese di 32 anni, residente ad Alba Adriatica, legale rappresentante dell'azienda, è stato denunciato.

I carabinieri hanno trovato tre lavoratori (su sette) in nero. Inoltre, tra le altre violazioni, non erano presenti estintori e non era stato nominato un medico competente per la sorveglianza sanitaria.

L'imprenditore è stato multato per 40 mila euro e la struttura è stata sequestrata insieme alle macchine utensili, materia prima e borse per diversi quintali. Il valore complessivo del sequestro è di circa un milione di euro. I militari stanno compiendo accertamenti sia sulle condizioni igieniche del luogo di lavoro sia sull'autenticità dei marchi ("griffe" di alta moda) rinvenuti sulle borse.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrato laboratorio cinese in Lomellina

MilanoToday è in caricamento