Cronaca Porta Venezia / Corso Buenos Aires

La ladra con una "passione speciale" per i negozi di corso Buenos Aires

Arrestata una 43enne. Così era diventata l'incubo di corso Buenos Aires

Evidentemente doveva aver frainteso il concetto di "via dello shopping". Una donna di 43 anni, cittadina italiana con numerosi precedenti alle spalle, è stata arrestata nelle scorse ore dalla polizia locale a Milano per una serie di furti commessi in diversi negozi, accomunati da una sola cosa: si trovano tutti in corso Buenos Aires. 

Ad allertare i ghisa, impegnati in un controllo in borghese, è stata una commessa di Yamamay che ha visto la 43enne entrare nel negozio e l'ha riconosciuta proprio perché era ormai "famosa" per i suoi blitz dei giorni precedenti. 

Dopo aver rintracciato la sospettata, gli agenti hanno controllato la borsa che aveva con sé e all'interno hanno trovato vestiti, borse, una borraccia da viaggio, un cubo di Rubik: un bottino da 200 euro fatto sparire da Dmail, Guzzini, Mango, Unes e proprio Yamamay - chiaramente tutti in corso Buenos Aires - nel corso della mattinata.

A quel punto i vigili si sono spostati a casa della donna - già arrestata lo scorso 3 agosto e poi liberata con la misura dell'obbligo di firma - e lì hanno trovato il resto della refurtiva. Nell'appartamenti, infatti, la ladra nascondeva 50 capi di abbigliamento rubati, neanche a dirlo, in negozi di corso Buenos Aires. La 43enne è quindi stata dichiarata in arresto ed è stata nuovamente sottoposta all'obbligo di firma in attesa del processo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ladra con una "passione speciale" per i negozi di corso Buenos Aires

MilanoToday è in caricamento