È ricercata, ma è in metro a Milano con le complici a rubare: arrestata "baby ladra"

La ragazza, soli 17 anni, era ricercata per un ordine di carcerazione del tribunale

Per la giustizia italiana doveva essere in cella. E invece, evidentemente, continuava a essere "al lavoro". Una ragazza di 17 anni, una giovane di origine bosniaca, è stata arrestata lunedì pomeriggio a Milano in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso nei mesi scorsi dalla procura presso il tribunale dei minorenni meneghino. 

Per lei i guai sono iniziati verso le 15.30, quando alcuni passeggeri della metro verde hanno segnalato un tentativo di furto avvenuto a Garibaldi, dove una donna era finita nel mirino di tre ragazze. Quando gli agenti della Polmetro sono arrivati sul posto, sono riusciti a fermare la 17enne e l'hanno identificata. 

A quel punto a suo nome è emerso l'ordine di carcerazione per una pena da scontare di 2 mesi e 20 giorni proprio per altri borseggi compiuti sui treni delle metropolitane a Milano. Così, per la "baby ladra" si sono aperte le porte del carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento