Milano, picchia poliziotto dopo aver scippato un bimbo davanti al papà in metro: arrestato

Il poliziotto ha riportato dieci giorni di prognosi. L'uomo è stato portato a San Vittore

Repertorio

Quando il poliziotto lo ha fermato, dopo che pochi istanti prima aveva scippato il cellulare a un bambino di 10 anni in metropolitana, lui si è scagliato contro l'agente. Calci e pugni che hanno mandato l'uomo in divisa in ospedale ma che non hanno impedito l'arresto del balordo.

Scippo nella fermata metro Loreto

A finire in manette dopo uno scippo nella fermata Loreto della metropolitana - sul treno della M1 diretto Sesto San Giovanni - è un cittadino marocchino di 28 anni. Attorno al mezzogiorno di domenica, il nordafricano ha puntato sullo smartphone tenuto in mano da un bambino, convinto di riuscire a farla franca. La reazione del papà del piccolo è stata veemente ed ha dato vita a un inseguimento sulla banchina della stazione. Le urla hanno attirato l'attenzione dei passanti che hanno chiamato la polizia. 

Gli agenti sono intervenuti subito e hanno bloccato il 28enne che per tutta risposta li ha aggrediti. Un poliziotto ha riportato dieci giorni di prognosi. Per lo straniero si sono aperte le porte di San Vittore.

Folle si scaglia contro gli agenti in via Gioia: arrestato

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • La metro è sempre più grande, ecco i soldi per prolungare la M5: 11 nuove stazioni sulla lilla

  • La Dea bendata bacia il Milanese: vincita record con il concorso di sabato del Lotto

  • Incidente a Milano, perde il controllo dell'auto: finisce nel ristorante, paura in piazzale Martini

Torna su
MilanoToday è in caricamento