Cronaca

"Sono un bravo musulmano e non faccio del male agli italiani": ecco la difesa del ladro

Era stato arrestato perché sorpreso all'interno di un'auto con targa svizzera in zona Centrale

Immagine di repertorio

Era stato arrestato perché sorpreso all'interno di un'auto con targa svizzera in zona Stazione Centrale, dopo aver infranto il finestrino. A chiamare le forze dell'ordine era stato un abitante della zona. Lui, un cittadino algerino, davanti al giudice delle direttissime di Milano a spiegato di aver scelto un'auto straniera perché: "Io sono un bravo musulmano e perciò non faccio del male agli italiani".

L'algerino, difeso dal legale Antonio Nebuloni, ha sostenuto che, in realtà, aveva spaccato il vetro perché lui è un senza fissa dimora e aveva freddo e quindi voleva entrare nella macchina per dormirci dentro. Il procedimento si è chiuso con un patteggiamento a quattro mesi per il tentativo di furto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono un bravo musulmano e non faccio del male agli italiani": ecco la difesa del ladro

MilanoToday è in caricamento