rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Vialba / Via Giovanni Battista Grassi

Milano, medici e infermieri "arrestano" il ladro senza cuore: fermato nel reparto di oncologia

L'uomo è stato bloccato nell'ospedale Sacco. Un'infermiera lo ha riconosciuto e fermato

Un'infermiera ha incrociato i suoi occhi mentre usciva dall'ascensore. Lo ha guardato in viso e ha capito che quel volto lo aveva già visto. Così gli ha chiesto - fortunatamente - di fermarsi un attimo nella sala d'attesa e ha poi chiamato i "rinforzi". 

Un uomo di sessanta anni, un italiano pregiudicato con numerosi precedenti alle spalle, è stato denunciato per furto lunedì mattina dai carabinieri del Radiomobile. I militari lo hanno bloccato nel reparto di oncologia dell'ospedale Sacco subito dopo un furto. 

Il 60enne, stando a quanto ricostruito dagli stessi carabinieri, aveva rubato uno zaino e un portafogli dal furgone di un 50enne, dipendente di una ditta esterna, che era andato in ospedale per consegnare dei materassi. È probabile quindi che dopo il primo colpo, il ladro fosse salito al terzo piano - nel reparto di oncologia - alla ricerca di altre vittime. Quando è uscito dall'ascensore, però, si è trovato davanti un'infermiera che lo ha riconosciuto proprio perché in passato aveva già messo a segno altri furti negli stessi corridoi. 

A quel punto, la donna lo ha fermato e con l'aiuto di altri infermieri e medici lo ha trattenuto fino all'arrivo dei carabinieri. Il resto lo ha fatto un uomo che stava andando a fare visita a un proprio parente e che ha ritrovato un portafogli a terra nell'ascensore da cui era uscito il 60enne. Così, il ladro seriale del Sacco non ha potuto far altro che ammettere il furto. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, medici e infermieri "arrestano" il ladro senza cuore: fermato nel reparto di oncologia

MilanoToday è in caricamento