menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Rubava auto, moto e smartphone ai lavoratori dei centri commerciali: arrestato 'ladro professionista seriale'

A fermarlo a San Giuliano Milanese, dopo averlo colto in flagrante, i carabinieri

Aveva sottratto auto, moto, portafogli e smartphone e commesso furti 'seriali' all'interno dei centri commerciali. Per questo un 44enne pluripregiudicato, nato a Milano e residente del Pavese, è stato arrestato lunedì mattina dai carabinieri a San Giuliano Milanese.

L'uomo, considerato un 'ladro professionista', è stato fermato in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lodi per il reato di furto aggravato. L'arresto è scattato a seguito di un'idagine svolta attraverso pedinamenti e analisi delle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza.

I furti sempre con la stessa modalità

Dopo aver ricevuto alcune denunce di furto, i militari sono riusciti a ricostruire come il malvivente - già a loro noto come ladro 'professionista' e 'seriale' dei centri commerciali della zona - ad aprile, maggio e giugno si fosse reso responsabile, con lo stesso modus operandi, di oltre dieci furti di auto, moto, portafogli e smartphone, asportando denaro per un totale di 2500 euro.

Dopo aver effettuato minuziosi sopralluoghi, il 44enne si introduceva, durante gli orari di apertura, all’interno degli uffici o degli spogliatoi di vari ipermercati, outlet ed esercizi commerciali del territorio, sottraendo borse e giacche dei dipendenti, prima le chiavi dei veicoli e successivamante i mezzi che erano parcheggiati nelle vicinanze. L'uomo, già arrestato in flagrante dai carabinieri di San Giuliano lo scorso 12 giugno, è stato portato nel carcere di Lodi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento