Milano, rapinatore bloccato e preso a pugni da tre rider: stava cercando di rubare le loro bici

Quando sono arrivati gli agenti delle volanti, chiamati dal trio, il ladro era ormai immobilizzato

Repertorio

Credendo di non essere scoperto, poco prima dell'alba di giovedì, alle 5, si è introdotto nel cortile di un condominio in via Parma, al confine tra Milano e San Donato Milanese. Obiettivo: tre biciclette lì parcheggiate. Peccato per l'uomo, un cittadino italiano di 23 anni, che i proprietari siano stati svegliati dal suo armeggiare e lo abbiano affrontato fino a immobilizzarlo.

È così che un gruppo di coinquilini afgani, che oltre alla nazionalità condivide casa e lavoro da rider, ha deciso di impedire il furto dei loro mezzi di lavoro. La reazione del 23enne, come ricostruito dalla questura di Milano, si è trasformata in una scazzottata tra lui e le vittime del tentato furto: 30, 28 e 23 anni. Ad avere la meglio sono stati i tre asiatici.

Quando sono arrivati gli agenti delle volanti, chiamati dal trio, il ladro era ormai immobilizzato e leggermente ferito dai pugni ricevuti. Per lui è stato necessario il trasporto al Policlinico di San Donato, in codice verde, per essere medicato. Poi è stato arrestato per rapina aggravata ed è finito in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Coronavirus, fa paura la variante brasiliana del covid, Galli: "È una cosa pesante purtroppo"

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

Torna su
MilanoToday è in caricamento