Cronaca

Mardegan (NoixMilano): "Lavori di pubblica utilità per i lavavetri al semaforo"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Nei giorni scorsi mi sono trovato a percorrere con la mia automobile la circonvallazione esterna della città. Mi capita di rado, non come quelle centinaia di persone che tutte le mattine si trovano in mezzo al traffico per raggiungere il posto di lavoro. Al primo semaforo si avvicina a me un rom intenzionato, sembrerebbe, a lavare i vetri della mia auto. Rispondo in modo educato che non mi interessa, ma lui insiste. Provo a ripetere il “no” con maggiore enfasi, ma sembra tutto inutile.

L’unica soluzione, adottata da molti altri automobilisti stanchi di questa situazione, è avanzare leggermente con la propria automobile. Lo faccio e vengo ricoperto di insulti. La situazione si ripete per altri tre semafori. Il copione sembra sempre lo stesso. Il nomade prova a lavarmi il vetro, io rifiuto ma lui prosegue tentando di lavarmi il parabrezza. Come ho ormai imparato avanzo leggermente e mi auguro che il semaforo diventi presto verde per evitare che la scena si ripeta.

C’è anche chi abbandona ogni pretesa di fornire un servizio - come il lavaggio dei vetri - e si limita a bussare sul finestrino, inveendo contro lo sventurato automobilista per ricevere una moneta. Rispondere agli insulti di questi individui fa di me un razzista? No. Chiedere che queste persone non sostino ai semafori in cerca di denaro fa di me un razzista? Assolutamente no.

Trovo assurdo che in una capitale internazionale quale Milano si debba tollerare la presenza di questi personaggi. Si tratta semplicemente di pretendere educazione e decoro.

Durante la mia campagna da candidato sindaco di Milano feci un video in diretta che fece scalpore. Domandavo al rom lavavetri perché non cercasse un lavoro e non ottenni risposta. La verità è che tutta la comunità rom non ha voglia di lavorare e quindi va costretta a lavori di pubblica utilità dalla giunta milanese. Altre soluzioni non esistono se non far intervenire le nostre forze dell'ordine liberando i nostri incroci da questi individui per poi inserirli in un percorso di lavori di pubblica utilità.

Legalità e fermezza trasformeranno Milano in una capitale che deve diventare sempre più un modello internazionale.

Nicolò Mardegan, presidente di NoixMilano e già candidato sindaco di Milano

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mardegan (NoixMilano): "Lavori di pubblica utilità per i lavavetri al semaforo"

MilanoToday è in caricamento