rotate-mobile
Cronaca Duomo / Via Festa del Perdono

Statale: proseguono i lavori per ricostruire la Cuem

Gli attivisti: "Ci servono persone per ricostruire quanto hanno distrutto. Lavoreremo anche nel fine settimana"

Proseguono i lavori all'interno degli spazi dell'ex Cuem. Gli studenti-attivisti hanno posato quaderni, libri e penne per prendere in mano cazzuole, mattoni e cemento. Il tutto con il fine di ricostruire la libreria sgomberata lo scorso fine settimana.

"Non ci fermeremo, neanche il week end — hanno dichiarato gli attivisti durante la conferenza stampa indetta nell'atrio dell'ateneo milanese nel pomeriggio di giovedì —. Abbiamo bisogno di gente che lavori, chiunque voglia unirsi è ben accetto". Durante la conferenza è stata fatta la cronistoria della libreria nata il 16 aprile del 2012. I membri dell'ex Cuem hanno criticato la decisione presa dal rettore Vago nel pomeriggio di lunedì, quando ha autorizzato l'entrata delle forze dell'ordine nella struttura di via Festa del Perdono. 

Gli attivisti, inoltre, hanno chiesto "le dimissioni immediate del rettore Gianluca Vago", oltre all'assicurazione che "non avverranno più interventi della polizia in università". Ma non è tutto: i membri dell'ex libreria sgomberata hanno anche chiesto "che non vengano presi provvedimenti e sanzioni nei confronti di studenti e studentesse che partecipano alle spiegazioni. Infine chiediamo — hanno proseguito — che il rettore Vago dia delle spiegazioni dirette davanti agli studenti e alle studentesse riuniti in assemblea".

Il rettore, secondo quanto scritto su un volantino da alcuni attivisti, avrebbe convocato nella giornata di giovedì un "consiglio di amministrazione ed un senato accademico straordinario e d'urgenza, per chiedere l'approvazione di una mozione di fiducia sul suo operato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statale: proseguono i lavori per ricostruire la Cuem

MilanoToday è in caricamento