rotate-mobile
Cronaca Legnano / Via Giuseppe Calini

Legnano, finestre pericolanti al Dell'Acqua: e gli studenti scioperano

"Siamo stufi di fare lezione in maglietta". Così, molti studenti dell'istituto Dell'Acqua di Legnano lunedì hanno scioperato. La causa: finestre rotte che non possono essere aperte. E le classi sono "forni"

"Siamo stufi di fare lezione in maglietta". Così, molti studenti dell'istituto Dell'Acqua di via Calini a Legnano lunedì hanno scioperato. La causa: finestre rotte che non possono essere aperte. Il rischio, hanno riferito i ragazzi, è quello che gli infissi cadano, ferendo qualcuno. 

"TROPPO CALDO" - Lo riporta Il Giorno. Nelle giornate assolate, anche in inverno, il calore che entra nelle classe, con l'"effetto-serra" dei vetri, diventa insopportabile. "La mia classe riceve il sole tutto il giorno e - dice uno studente al quotidiano milanese -, senza la possibilità di aprirle, fare lezione con temperature elevate, date dall’irraggiamento e dal riscaldamento, è difficile. Così abbiamo deciso di protestare e di non andare in aula. Ci siamo poi trasferiti in Comune per dire che stiamo stufi di fare lezioni in maglietta. L’adesione è stata massiccia, tutta la mia classe ha scioperato. Inoltre i rappresentanti d’istituto stanno pensando di andare in delegazione alla Provincia".

"SCIOPERO AFFRETTATO" - Il problema è noto, fa sapere la vicepreside Nicoletta Donelli: "Giovedì i tecnici della Provincia sono intervenuti e hanno sistemato una delle sei finestre che presentano problemi. Il problema è noto e monitorato. Tutto si risolverà al più presto". E dal Comune: "Lo sciopero è stato un passo affrettato. Non ci sono temperature così impossbili e tutto verrà risolto in poco tempo, senza aspettare fine anno. Le lezioni si possono fare normalmente".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legnano, finestre pericolanti al Dell'Acqua: e gli studenti scioperano

MilanoToday è in caricamento