menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubata a Bernate Ticino una delle due auto per liberare l'ergastolano

La Nissan poi lasciata sul posto era stata rubata il giorno prima nella frazione di Casate

Non una Volskwagen Polo, come si era detto nei primi concitati momenti subito dopo l'assalto con cui l'ergastolano Domenico Cutrì è stato liberato, ma altre due vetture, entrambe rubate e poi ritrovate. Segno che la banda aveva organizzato tutto nei minimi dettagli.

Il commando ha lasciato sul posto la Nissan Qashqai, con varie armi a bordo. La vetura era stata rubata il giorno precedente all'una a Casate di Bernate Ticino, a un uomo che era appena uscito dal bar Bottazzi e, come riporta Ok Notizia, è stato minacciato con pistola in pugno da un bandito.

Il bar Bottazzi è lo stesso della sparatoria con duplice omicidio di maggio 2013, per la quale il colpevole è stato da pochi giorni condannato.

Rubata anche la Citroen C3 che invece il commando ha usato per lasciare il luogo del blitz, e che poi martedì mattina è stata ritrovata non lontano dall'ospedale Fornaroli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

Coronavirus

Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento