menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Liberato Vincenzo Vecchi, il milanese anarchico ultimo latitante del G8 di Genova

Vecchi era stato arrestato ad agosto in Francia. L'Italia chiedeva la sua estradizione

Niente estradizione, ma libertà. È stato scarcerato Vincenzo Vecchi, l'anarchico milanese 46enne che era stato arrestato lo scorso agosto per una condanna definitiva a undici anni e mezzo di carcere perché ritenuto uno dei black bloc - l'ultimo latiante - che il 20 luglio del 2001 avevano messo a ferro e fuoco Genova durante il G8. 

Vecchi era stato fermato in Francia, dove ormai si era rifatto una vita dopo la sentenza di condanna per "devastazione e saccheggio", e l'Italia aveva chiesto la sua estradizione. Venerdì, però, la corte d'appello di Rennes ne ha disposto la scarcerazione per una "irregolarità" nel mandato d'arresto europeo. 

"Siamo estremamente felici che la giustizia francese abbia dimostrato la sua indipendenza rispetto alle autorità italiane", ha esultato il suo avvocato Catherine Glon. 

Gli antagonisti milanesi erano più volte scesi in piazza dal momento del suo arresto. A settembre in circa 200 avevano sfilato dalla Darsena fino a San Vittore e avevano lanciato biglie contro alcuni negozi, lasciato scritte contro le forze dell'ordine sui muri ed esploso petardi fuori dal penitenziario, tanto che la procura di Milano ha aperto un fascicolo per resistenza e imbrattamento. A fine ottobre, invece, gli anarchici avevano organizzato un sit in sotto il consolato francese a Turati proprio per chiedere la liberazione di Vecchi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento